sabato 27 giugno 2015

Pasta e patate estiva di Chiarapassion

Ciao a tutti, l'estate è ormai esplosa e i suoi profumi i suoi colori i suoi sapori, ritornano in cucina, come un uragano, spazzano via il grigiore dell'inverno e il tono soft della primavera. Per questo motivo , avevo voglia di una ricetta speciale, particolare, ma che fosse anche tradizionalmente buona e esplosivamente estiva, e colorata...ed ecco l'illuminazione . Navigando su Instagram, una delle mie fonti d'ispirazione, Enrica, ha esaudito il mio desiderio con Pasta e patate al forno estiva. E' un tripudio di sapori profumi , un tuffo nella tradizione accompagnata da un brio estivo incredibile...Provatela e non la lascerete più. Ecco la ricetta con qualche piccola personalizzazione,  visto che l'ispirazione è avvenuta durante un pomeriggio estivo, e mi sono adeguata con le cose che avevo in casa...per la versione di Enrica cliccate sul link sopra scritto!!!Grazie Enrica!!!




300 g di mezzi rigatoni  (io ho usato pasta  LaMolisana)
4 patate grandi  nuove
350 g provola di Agerola
400 g pomodoro pelato
parmigiano
1 spicchio di aglio
olio extra vergine d’oliva
sale
basilico
peperoncino e pepe
(io non l'ho usato ,per i miei fanciulli, però l'ho aggiunto dopo,al piatto)

Procedimento:

Pelare e  tagliare le patate a tocchetti non troppo grandi, far imbiondire l’aglio nell'olio d’oliva  e e unire le patate,far cuocere per qualche minuto in una pentola profonda.Unire  i pomodori pelati tagliati a pezzi, il sale, il pepe, il peperoncino e continuare la cottura mescolando.
Quando le patate sono quasi cotte, aggiungere l’acqua per la cottura della pasta. Non dovete aggiungerne troppa servirà solo per cuocere la pasta. Trattare la pasta come un risotto,man mano che la pasta cuoce,  aggiungere altra acqua calda.
Lasciare la pasta al dente, proseguirà la cottura  in forno.
Una volta raggiunto il grado di cottura desiderato,   mantecare con abbondante,direi abbondantissimo...(mia mamma dice:<>!!) parmigiano, pecorino e profumare con le foglie spezzettate di basilico. Prendere una pirofila da forno e fare uno strato di pasta,farcire con dadini di provola, una spolverata di parmiggiano, basilico, ricoprire con la restante pasta, una spolverata di parmigiano, altra provola ed un filo di olio e infornare in forno in caldo a 180° per circa 15 minuti coperta con la carta stagnola. Togliere la stagnola in modo che la pasta abbia una leggera gratinatura per qualche minuto. Buon Appetito!!!

martedì 24 marzo 2015

Scarola riccia con mandorle e alici

A volte mi lascio trasportare  dai ricordi di ricette viste in tv, lette, immaginate, desiderate e mai fatte!!1Capita poi, che mi fermo e metto insieme i pezzi e i gusti che mi hanno incuriosito,e ne viene fuori i, sempre qualcosa di interessante,come queste scarole!! Provatele


Scarola riccia con mandorle e alici
Ingredienti:
Un cespo di scarola riccia(o indivia riccia)
3 filetti di alici sott'olio, deliscate
100g di mandorle pelate 
100g olive nere di Gaeta denocciolate
pomodorino pachino
aglio
4 cucchiai abbondanti di olio extravergine di oliva
sale
Procedimeto:
scaldare la scarola , e,una volta cotta, lasciarla nel colino, per qualche ora , in modo che perda tutta l'acqua di cottura.Far tostare in una padella antiaderente, le mandorle, giusto il tempo di riscaldare e far si che gli ilo essenziali possano rinvenire, poco tempo mi raccomando perchè la mandorla potrebbe cuocersi troppo e risultare amara. In una padella antiaderente,mettere 4 cucchiaidi olio evo far imbiondire l'aglio, unire le mandorle, le olive , i pomodorini, far insaporire per qualche minuto e poi unire le scarole . Salare coprire con un coperchio,e far cuocere a fuoco lento, dopo 5 minuti unire le alici, ricoprire, e continuare la cottura. Dopo qualche minuto, scoprire e assaggiare di sale, e cuocer fino a che i filetti di alice non risultino "disciolti", Buon appetito!!!

Torta di mele APPAGANTE!!!




Questa che vi presento non è la solita torta di mele. E' soffice, gustosa, morbida, burrosa, .....direi APPAGANTE! Di semplice esecuzione,e anche con l'aggiunta di qualche aroma familiare,personale, sarà ancora più avvolgente. Grazie Benedetta Parodi!

Torta di mele Appagante

Ingredienti:

1kg di mele (io ho usato la stark)
2 uova
200g di zucchero
100g di ricotta( io ho usato la ricottina nel cestello monoporzione di bufala)
300g di farina
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
 se l'impasto dovesse risultare troppo duro, 1/2 bicchiere di latte
zucchero di canna per decorare


Procedimento:
nella planetaria lavorare con la" frusta a cipolla", le uova con lo zucchero, appena diventano chiari, unire il burro fuso, amalgamare. Unire poi la ricotta, precedentemente, stemperata.  Cambiare la frusta e montare la frusta k.Unire la farina, il sale e il lievito.A questo punto se l'impasto risulta denso, unire il latte, deve avere la consistenza di un cupcake.Taglaire le mele a tocchetti omogenei, infarinarli un po', e unirli all'impasto. Foderare uno stampo quadrato o rettangolare, con carta forno, Cospargere di zucchero di canna  e infornare a 180° per 30/40 minuti. Sfornatelaa,quando risulta ben colorita, farla raffreddare bene, e servire. Buon Appetito!! 


mercoledì 28 gennaio 2015

Zuppa invernale

Oggi vi propongo un piatto di facile esecuzione, molto avvolgente nel gusto . Nasce , come sempre, da una giornata frenetica, una di quelle giornata che proprio non hai neanche il tempo di pensare al pranzo. In questi casi mi affido alla mia amica del cuore, la pentola a pressione, e al mio istinto, apro il frigo e .........!!! Ecco il risultato! Buon Appetito!!

 Zuppa invernale

Ingredienti: 
 2 seppie,già  pulite
250g di gamberi sgusciati
250g di broccoli baresi
250g di zucca
2 patate medie, a pasta gialla
sale 
olio extravergine d'oliva
1/2 bicchiere d'acqua

Procedimento:
 Lavare i gamberi,privarli delle testa .In un pentolino portare a bollore acqua e immergerlii per circa 2 minuti , sbucciarli avendo cura di lasciare le code. Sciacquare le seppie lasciarle intere . Pulire e lavare la zucca e i broccoli, pelare le patate. taglaire tutto a pezzettoni grossi. Mettere l'olio in pentola, la zucca, le patate e i broccoli, adagire il pesce, unite l'acqua e un pizzico di sale. Chidere la pentola, sul fuoco a fiamma alta, dal momento del fischio, abbassare e far cuocere per 20 minuti. Servire caldo, con un giro di olio evo e poi.......fatemi saper che ne pensate!!!

P.s.:Scusate per la foto...non sono proprio all'altezza delle foodblogger che seguo...impareò a farle..prometto





lunedì 26 gennaio 2015

Carrot cake

Rieccomi con una nuova ricetta di facile esecuzione  ma con un risultato che va al di là delle mie aspettative. Confesso che, fino a poco tempo fa , per me, la torta di carote era uguale ad Idea Pazza!!! Non so perchè, ero convinta che la carota , non molto di mio gradimento cruda, fosse determinante nel sapore. Sono  andata alla ricerca di una ricetta che avesse ,insieme alle carote, anche qualche altro ingrediente, che servisse da ammortizzatore, qualora il sapore delle carote fosse stato come quello del mio immaginario. L'ho trovata e devo dire che mi sbagliavo. Il sapore della carota si sposa bene,   rende armonioso e delicato il sapore della torta. Il profumo, che pervade la cucina, è indescrivibile, il colore,quello classico della torta americana , la durata, quella tipica di una torta sana e genuina...sparita nel giro di 24 ore!!
 Buon Appetito!!
 Carrot cake

Ingredienti:
230g di carote lavate e pelate
300 ml olio di semi
4 uova intere
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
375 g di farina
70g di farina di mandorle
275g di zucchero semolato
200 g di zucchero di canna
10 ml di bicarbonato
cannella a seconda dei gusti, io ne ho messa 1/2 cucchiaino
un pizzico di sale 
Guarnizione:
250ml di panna da motare

Procedimento:
accendere il forno a 170°. Imburrare uno stampo quadrato (20x20) o rettangolare. Grattuggiare le carote. In una ciotola lavorare con una frusta o con la planetaria frusta per le meringhe, lo zucchero con le uova, aggiungere poi l'olio e la vaniglia ed infine il sale. Riscaldare leggermente la farina di mandorle in una padella antiaderente, giusto un poco così, il sapore delle mandorle si sprigionerà di nuovo. In una ciotola, setacciare le farine con la cannella e il bicarbonato. Cambiare la frusta alla planetaria e montare quella K, aggiungere le carote, mescolare e gradatamente aggiungere le polveri precedentemente setacciate.
Mettere nello stampo e infornare per circa 60 minuti, prova stecchino d'obbligo, sfornare e lasciar raffreddare almeno per un'ora!!. Servire  tagliando dei grossi rettangoli,con zucchero a velo, naturalmente ci sono delle versioni che l'accompagnano con cream cheese, io ho montato della panna e l'ho servita insieme alle fette, direttamente nel piatto come uno spuntone esagerato e godurioso!!!

martedì 13 gennaio 2015

Muffin alle mele con profumo di cannella


Per inaugurare il nuovo anno sul blog ,  ecco una ricetta semplice, sana e buonissima...di facile preparazione!

Muffin alle mele con profumo di cannella
Ingredienti:
300g di farina
100g di zucchero di canna
un cucchiaino abbondante di cannella
1 bustina di lievito per dolci (16g)
130ml di latte
1 vasetto di yougurt alla vaniglia
4 uova
100g di burro fuso
zeste di un limone 
150g di mela
 Procedimento:

Accendete il forno a 170°. Sistemate i pirottini in uno stampo per muffin.
In una ciotola,unire la farina setacciata, lo zucchero, la cannella, il lievito.
Aggiungere, mescolando con la frusta o a mano, il latte , poi le uova uno alla volta, poi il burro e le zeste di limone. Sbucciare la mela ,taglairla a quadretti , dopo averla privata del torsolo. infarinateli e versateli nwl composto e lavoralro finchè non risulti cremoso e senza grumi. Suddividere l'impasto nello stampo. Infornate e cuocete per 20 minuti. Sfornarli e farli raffreddare per almeno un'ora prima di servirli.

mercoledì 19 novembre 2014

Pane senza impasto di Chiarapassion

L'anno scorso ,la mia sperimentazione mi portò nel mondo misterioso del lievito madre, di lì in poi, pane, pane e ancora pane. La fatica e la ricerca della giusta lievitazione , della ricetta perfetta.......poi succede che ,nel tuo cammino, ti imbatti in una ricetta , che a vederla ti ispira ma che non hai il coraggio di provare...allora che fai? Ti fidi e basta! Io mi sono fidata e ho fatto bene...grazie Enrica!! Ho fatto il pane, in una maniera semplice veloce, poco impegnativa e con un risultato che supera di gran lunga le mie aspettative...vista la tecnica e il tempo per realizzarlo...Provatelo e non lo lascerete mai!!!

Pane senza impasto 


Ingrdienti:

  • 500 g di farina ( 300 g di farina 0 e 200 g di farina manitoba)
  • 350 g di acqua a temperatura ambiente
  • 10 g di sale (circa 1 cucchiaino)
  • 2 g di lievito di birra fresco (un decimo del cubetto di lievito)
  • 5 g di miele
  • farina o semola rimacinata per spolvero

Procedimento:


Sciogliere il lievito in poca acqua (circa 2 dita) presa dal totale. In un grande recipiente mettere le farine, il sale, aggiungere tutta l'acqua, e poi quella con il lievito, il miele e mescolare velocemente con una forchetta. Coprire questo impasto appiccicoso con la pellicola e lasciare riposare per circa 18/20 ore a temperatura ambiente. ( in estate il caldo aiuta la lievitazione e ci vorranno circa 12 ore).
Dopo il riposo l'impasto sarà lievitato e pieno di bolle, rovesciarlo su di un piano infarinato e spolverarlo di farina. Procedere alle pieghe: prendere un lembo d'impasto allungarlo verso l'esterno e poi ripiegarlo verso il centro, fare la stessa cosa con il lembo d'impasto dal lato opposto e fare così anche per gli altri due lati 
Sul piano di lavoro, mettere un canovaccio pulito e spolverato di farina o semola rimacinata,porre il  pane con le pieghe a contatto del canovaccio, spolverare con la semola e coprire con un altro canovaccio ben chiuso. Fare riposare 2 ore.Scaldare il forno a 230° e mettere dentro uno stampo da 22,abbastanza alto,da poter coprire con un coperchio d'acciaio, quando sarà caldo,capovolgere con l'aiuto del canovaccio il  pane nello stampo,con le pieghe  in alto. Coprire  con il coperchio e far cuocere per 30 minuti, poi scoperchiare lo stampo e continuare la cottura per 10/15 minuti per far colorire bene la pagnotta. Sfornare e fare raffreddare bene su di una gratella prima di tagliarlo, gustarlo dopo un riposo di minimo 2 ore.

Consigli:
Potete usare qualsiasi pentola che può andare in forno: in ghisa, in coccio, in acciaio o in alluminio. 

Questa è la variante con le olive, da aggiungere, nella seconda fase prima delle pieghe...provatela è ottima secondo il mio modesto parere con le verdure , sarà ancora meglio!!!! Vi aggiornerò a breve! Buon Appetito!!!