domenica 15 novembre 2015

Treccia Danese




Cosa c'è di meglio che cominciare la settimana con una delizia,appartenente alla cultura straniera , a cui propendo ....Si avvicina Natale, e nel mio cuore ritorna Copenaghen,tutte le sensazioni riaffiorano  l'atmosfera, i sapori, gli odori, le immagini di quello che è stato per me e la mia famiglia il Natale più bello della nostra vita!

Grazie ad un'amica, ho preparato questo dolce, seguendo, la ricetta dei danesi all'albicocca  di Luca Montersino, il mio Guru, grazie al quale ho trascorso un pomeriggio con una persona speciale, sorseggiando un tè e gustando un dolce semplicemente meraviglioso. 
Treccia Danese

Ingredienti:

1/2 kg di farina 400 w o manitoba
80 g di latte intero
180 g di burro
70 g di zucchero
15 g di lievito di birra (io ne ho messi 10)
180 g di uova
15 g di miele
10 g di rum( io ho messo il limoncello)
la scorza di un limone grattugiata
1/2 bacca di vaniglia bourbon
8 g di sale

Procedimento:
montare in una planetaria il burro con lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia e mettere da parte.
Nella stessa ciotola, versare la farina e sbriciolare il lievito, aggiungere le uova e , verificando  l'impasto lo richieda tutto, unire il latte, piano piano (perché la farina potrebbe più o meno richiederlo tutto, dipende dall'umidità  e dal tipo di farina). Far andare l'impastatrice, e poi unire gli aromi. Unire a questo punto ilo burro, in più riprese. Formare una palla e mettere l'impasto in frigo per qualche ora, o se non potete completare il dolce o non avete tempo, lasciatelo anche per tutta la notte. Riprendere l'impasto , lasciarlo un po a temperatura ambiente e poi stenderlo loeggermente con un matterello . Formare un rettangolo e al cento farcire con la marmellata


Effettuare dei tagli ai bordi, per renderli più dritti e uniformi e poi  incidere come nella foto, effettuando poi dieci tagli per lato .


Procedere ora come nelle foto successive, e formare la treccia avendo cura di stringere bene i lembi, onde evitare, come è successo a me che la marmellata fuoriesca in fase di cottura.




Far lievitare per un paio d'ore, sulla teglia di cottura, foderata con carta da forno e poi accendere il forno a 180°. Spennellare la treccia con un uovo mescolato con del latte, e cospargere con zuccherini, infornare per 25/30 minuti , fino a che non si colori in superficie.




  Buon appetito!!!! W la Danimarca!!








 

lunedì 9 novembre 2015

Marble chiffon cake di Jeff Thickman

Buongiorno, la settimana non puo' non cominciare con una condivisione speciale. Questa Chiffon cake è sorprendente , per il gusto, la "fluffuosità", la bontà, la facilità di preparazione, e per la provenienza. Lo che in questione,  è un nuovo tutor della trasmissione , in onda su Rai 2 , Detto fatto. Un uomo dai mille talenti, un virtuoso, che ama quello che fa!La sua ricetta è di facile esecuzione e con un risultato strepitoso, occorre lo stampo per la chiffon cake e tanta voglia di un dolce sano! La torta è composta da due impasti uno chiaro  e uno scuro (la cui dose si dovrà prendere dividendo a metà quello bianco). 
Marble chiffon cake

Ingredienti:
Impasto chiaro:
  • 275g di farina 00
  • 200g di zucchero
  • un cucchiaino di lievito in polvere
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 185 ml di acqua fredda
  • 120 ml di olio vegetale
  • 7 tuorli
  • 7 albumi da montare a neve con ulteriori 100g di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di cremor tartaro (per gli albumi)
  • estratto di mandorle q.b.
Impasto al cacao:
  • 1/2 del composto chiaro
  • 30g di cacao in polvere
  • 60 ml di acqua bollente
  • 70g di zucchero
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia
Procedimento
 Parte chiara:
 Unire prima gli ingredienti secchi, mescolare a parte in una ciotola i tuorli, e unirli al composto insieme agli ingredienti umidi. Montare gli albumi con lo zucchero e il cremor tartaro. A questo punto unire gli albumi al composto bianco,delicatamente facendo movimenti dal basso verso l'alto, dividerlo a metà e mettere da parte (questo è il procedimento dello Chef, che a questo punto prepara la base per la  metà  al cioccolato, che andrà poi ad unire alla metà bianca. Io proverei a fare ancora un passaggio diverso, per chi non ha una buona dimestichezza con gli albumi montati a neve , prima di unirli all'impasto bianco, dividerei i due composti, ad uno unirei la parte al cioccolato e poi dopo, dividendo a metà gli albumi montati a neve, li andrei ad inserire delicatamente nei due composti..ve lo consiglio !) .
Parte al cacao:
 In una ciotola, mettere il cacao , lo zucchero e la vaniglia, mescolare un po' e versare sopra, l'acqua bollente,far sciogliere bene il cacao e unire il tutto alla metà del composto messo precedentemente da parte. Prendere lo stampo da chiffon cake, senza ungerlo , versare , a stratialterni i due coposti. Infornare a 170° per 55 minuti e poi a 160°per altri 15 minuti . una volta cotta , sfornare e mettere a testa in giù per almeno 6 ore. Servire a fette molto grosse...mi raccomando!! Buon appetito

giovedì 8 ottobre 2015

Le rose di Enrica


Volevo condividere con voi, una delle mie ultime bontà, amorevolmente  condivisa da  Enrica nel suo blog, corredata da un video dettagliato...l'unica modifica che ho apportato, è l'aggiunta di marmellata di albicocche all'interno della sfoglia, per dare quel tocco personale anzi familiare, visto che mio marito adora le mele nelle preparazioni dolci,in abbinamento alla cannella e alla marmellata di albicocche!
Ingredienti: 
un rotolo di pasta sfoglia
2 mele
succo di 1/2 limone
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di marmellata ( temperatura ambiente)
2 cucchiai di acqua
cannella q.b
zucchero di canna per decorare
Procedimento:
Dividere a metà le mele , privarle del torsolo e tagliare delle fettine sottili ,ponendo la mela , con la parte del frutto sul tagliere. In una padella antiaderente, unire mele, succo di limone, zucchero e cannella . Far ammorbidire a fuoco lento per circa 4 minuti. Srotolare il foglio di pasta sfoglia, e praticare dei tagli orizzontali, a me ne sono venuti fuori 7.
In una ciotolina, stemperare, la marmellata con due cucchiai di acqua, e spennellarla sulle strisce di pasta. prendere le mele e sistemarle parallelamente al bordo della striscia e a metà della sua profondità. Ripiegare la restante parte sulle mele e poi arrotolare delicatamente . Per magia verrà fuori una rosa meravigliosa. Riponete le rose in uno stampo da muffin,cospargetele di zucchero di canna (o a velo) infornare a 170°per 35/40 minuti. Servire tiepide. Buon Appetito...Chiarapassion....grazie per la condivisione 





Torta dal sapore antico


Questa è una torta dal sapore antico, fragrante e avvolgente. Ideale accanto ad una tazza di thè ,nei pomeriggi invernali, quando si sente la necessità di cose buone , di coccole....provatela!!!
La torta è con farina di mais, io credo che la migliore sia la fioretto.
Ingredienti
 110 gr burro
 200 gr zucchero
 3 uova
 160 gr farina di mais
 210 gr farina 00:
1 bustina di lievito
 1 bustina di vanillina
latte intero q.b.
sale: qb
1/2 bicchierino di amaretto di Saronno
Procedimento:
Sciogliete il burro a bagnomaria, poi mescolatelo allo zucchero, mescolare bene con le fruste elettriche e poi unite le uova una per volta. Setacciate insieme la farina 00, quella di mais, il sale, il lievito e la vanillina, poi uniteli gradualmente al composto di uova mescolando sempre con le fruste. Se l'impasto dovesse risultare troppo denso , unire qualche cucchiaio di latte, fino a che non risulti della consistenza giusta, non troppo liquido .
Imburrate e infarinate uno stampo per torte e versate il composto, poi fatelo riposare per 15 minuti.
Cuocete la torta in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti. Servire con un pò di marmellata di albicocche...Buon appetito

La Caprese


Carissimi amici, parliamo di un dolce tipico del Sud Italia, che ha origini nel 1920, e come le grandi creazioni, nasce da un errore. Questa volta lo chef in questione è il signor Carmine Fiore , che dimenticò di aggiungere la farina in una torta di mandorle. La infornò e il risultato fu un successo. Una torta morbida e squisita !
La ricetta l'ha condivisa con me un'amica speciale!
Ingredienti:
200 g di cioccolato fondente
200 g di burro 
5 uova intere
7 cucchiai colmi di zucchero
250 g di mandorle pelate e tritate.
Procedimento:
Fondere a a bagno maria il cioccolato col burro. In una terrina a parte, mescolare le uova con lo zucchero e poi unirle al cioccolato intiepidito. Unire infine le mandorle . Foderare uno stampo da 24 cm con carta da forno, infornare a 170° per 35/40  minuti. Servire fredda, con un ciuffetto di panna.Buon appetito!

sabato 27 giugno 2015

Pasta e patate estiva di Chiarapassion

Ciao a tutti, l'estate è ormai esplosa e i suoi profumi i suoi colori i suoi sapori, ritornano in cucina, come un uragano, spazzano via il grigiore dell'inverno e il tono soft della primavera. Per questo motivo , avevo voglia di una ricetta speciale, particolare, ma che fosse anche tradizionalmente buona e esplosivamente estiva, e colorata...ed ecco l'illuminazione . Navigando su Instagram, una delle mie fonti d'ispirazione, Enrica, ha esaudito il mio desiderio con Pasta e patate al forno estiva. E' un tripudio di sapori profumi , un tuffo nella tradizione accompagnata da un brio estivo incredibile...Provatela e non la lascerete più. Ecco la ricetta con qualche piccola personalizzazione,  visto che l'ispirazione è avvenuta durante un pomeriggio estivo, e mi sono adeguata con le cose che avevo in casa...per la versione di Enrica cliccate sul link sopra scritto!!!Grazie Enrica!!!




300 g di mezzi rigatoni  (io ho usato pasta  LaMolisana)
4 patate grandi  nuove
350 g provola di Agerola
400 g pomodoro pelato
parmigiano
1 spicchio di aglio
olio extra vergine d’oliva
sale
basilico
peperoncino e pepe
(io non l'ho usato ,per i miei fanciulli, però l'ho aggiunto dopo,al piatto)

Procedimento:

Pelare e  tagliare le patate a tocchetti non troppo grandi, far imbiondire l’aglio nell'olio d’oliva  e e unire le patate,far cuocere per qualche minuto in una pentola profonda.Unire  i pomodori pelati tagliati a pezzi, il sale, il pepe, il peperoncino e continuare la cottura mescolando.
Quando le patate sono quasi cotte, aggiungere l’acqua per la cottura della pasta. Non dovete aggiungerne troppa servirà solo per cuocere la pasta. Trattare la pasta come un risotto,man mano che la pasta cuoce,  aggiungere altra acqua calda.
Lasciare la pasta al dente, proseguirà la cottura  in forno.
Una volta raggiunto il grado di cottura desiderato,   mantecare con abbondante,direi abbondantissimo...(mia mamma dice:<>!!) parmigiano, pecorino e profumare con le foglie spezzettate di basilico. Prendere una pirofila da forno e fare uno strato di pasta,farcire con dadini di provola, una spolverata di parmiggiano, basilico, ricoprire con la restante pasta, una spolverata di parmigiano, altra provola ed un filo di olio e infornare in forno in caldo a 180° per circa 15 minuti coperta con la carta stagnola. Togliere la stagnola in modo che la pasta abbia una leggera gratinatura per qualche minuto. Buon Appetito!!!

martedì 24 marzo 2015

Scarola riccia con mandorle e alici

A volte mi lascio trasportare  dai ricordi di ricette viste in tv, lette, immaginate, desiderate e mai fatte!!1Capita poi, che mi fermo e metto insieme i pezzi e i gusti che mi hanno incuriosito,e ne viene fuori i, sempre qualcosa di interessante,come queste scarole!! Provatele


Scarola riccia con mandorle e alici
Ingredienti:
Un cespo di scarola riccia(o indivia riccia)
3 filetti di alici sott'olio, deliscate
100g di mandorle pelate 
100g olive nere di Gaeta denocciolate
pomodorino pachino
aglio
4 cucchiai abbondanti di olio extravergine di oliva
sale
Procedimeto:
scaldare la scarola , e,una volta cotta, lasciarla nel colino, per qualche ora , in modo che perda tutta l'acqua di cottura.Far tostare in una padella antiaderente, le mandorle, giusto il tempo di riscaldare e far si che gli ilo essenziali possano rinvenire, poco tempo mi raccomando perchè la mandorla potrebbe cuocersi troppo e risultare amara. In una padella antiaderente,mettere 4 cucchiaidi olio evo far imbiondire l'aglio, unire le mandorle, le olive , i pomodorini, far insaporire per qualche minuto e poi unire le scarole . Salare coprire con un coperchio,e far cuocere a fuoco lento, dopo 5 minuti unire le alici, ricoprire, e continuare la cottura. Dopo qualche minuto, scoprire e assaggiare di sale, e cuocer fino a che i filetti di alice non risultino "disciolti", Buon appetito!!!